900212.PNG
900212.PNG

TRENI BLINDATI DELLE REPUBBLICHE BALTICHE

DALL'INDIPENDENZA ALL'OCCUPAZIONE SOVIETICA: 1918-1940

Autore: Carlo Cucut

Codice: 900212

19,90  € 18,91

I movimenti indipendentisti estone, lettone e lituano colsero l’occasione dello scoppio della Rivoluzione russa per rivendicare la propria identità nazionale, dichiarando l’indipendenza nel corso del 1918, a cui seguirono anni di sanguinose guerre con il neonato stato sovietico. Il dato comune a tutti e tre i conflitti, seguiti alla dichiarazione d’indipendenza delle tre Repubbliche Baltiche, fu la carenza di armi, leggere e pesanti, mezzi blindati e corazzati, autoveicoli e autocarri che interessarono i neonati eserciti. Un notevole contributo operativo, logistico e strategico venne invece dall’utilizzo delle ferrovie, con linee ferroviarie e materiale rotabile, molto sviluppate in tutte e tre le Repubbliche. Fu proprio grazie a questa disponibilità, oltre all’ingegnosità e alla capacità delle maestranze impiegate, che in breve tempo furono allestiti numerosi treni blindati adatti a tutti i tipi di scartamento presente, consentendo a questi mezzi improvvisati di risultare determinanti in numerosi scontri con il nemico. Al termine del conflitto, in tutte e tre le Repubbliche Baltiche, le battaglie sostenute dai treni blindati vennero giustamente celebrate, merito sia dei risultati ottenuti sia del coraggio che dell’abnegazione dimostrati dai militari in servizio.

Lingua

ITALIANO

Illustrazioni

Illustrato

Pagine

100

Misure

17 x 25

ISBN


Della stessa collana...