915057.PNG
915057.PNG

INFIDI ALLEATI - I PIU CLAMOROSI VOLTAFACCIA DEL SECONDO CONFLITTO MONDIALE

Autore: Carlo de Risio

Codice: 915057

16,00  € 15,20

 

 

Il significato di “alleanza” e “alleato” - sia che si consulti una enciclopedia o un testo di diritto internazionale o un manuale specializzato - si può riassumere nei seguenti termini: alleanza è l’associazione di più Stati per la mutua difesa contro altri Stati (alleanza difensiva) o per assalire un comune avversario (alleanza offensiva); alleato è lo Stato vincolato da una alleanza, in forza della quale le parti contraenti si impegnano a concedersi reciprocamente appoggio, in vista del raggiungimento di un comune scopo politico e/o militare. Vengono strette alleanze a guerra iniziata, come è accaduto per l’Italia, nel 1915, e per gli Stati Uniti nel 1917 e nel 1941, definendosi tuttavia “associati”, a indicare che intendevano sì condurre la guerra in collaborazione, ma senza stringere vincoli troppo impegnativi. Quello che i testi non dicono è che le vittorie rafforzano le alleanze, mentre le sconfitte contribuiscono a dissolverle. Voltafaccia non sono mancati, all’insegna della più cinica realpolitik o di calcoli errati. La casistica, nel 1939- 1945, è nutrita. Clamoroso quello politico e ideologico di Hitler, con il Patto di non aggressione nazi-sovietico del 23 agosto 1939, in spregio al Patto anti Komintern, contro l’Internazionale comunista, sottoscritto con il Giappone e l’Italia. Tokio e Roma non furono avvisati che a cose fatte, con conseguenze laceranti. La guerra, dopotutto, era scoppiata per difendere l’indipendenza della Polonia, sacrificata disinvoltamente dagli occidentali nelle varie conferenze con Stalin (Teheran, Yalta, Potsdam) e condannata a un cinquantennio di regime comunista. Churchill, a mo’ di giustificazione, arrivò a dire che con il secondo conflitto mondiale “era stato ucciso il porco sbagliato”.

Lingua

ITALIANO

Pagine

168

Misure

17 X 24

ISBN
9788875652647