916075.PNG
916075.PNG

RIMEDI, CIBI E ALTRE STRANEZZE DELLA TRADIZIONE PIEMONTESE

Autore: Gian Vittorio Avondo

Codice: 916075

€ 13,00

Un viaggio nel tempo per riscoprire un mondo perduto: quello dei rimedi naturali della medicina popolare, dei cibi e dei metodi di preparazione antichi, dei lavori che non ci sono più.

Quando non c’erano i frigoriferi, c’erano le olle per conservare i cibi; quando ancora non esistevano i fast-food, c’era il salampatata. In Piemonte non si usava l’olio di oliva, perché c’era quello di marmota. Prima dell’autodiagnosi su Internet, si andava dal guaritore. Prima, insomma, che la modernità imponesse i suoi ritmi e i suoi valori, c’era un Piemonte diverso, fatto di mestieri legati al territori, come nel caso dei calcinai di Rorà o dei coltivatori di bigàt; di prodotti locali come le farine di castagne e il sidro; di figure a metà fra la medicina e la superstizione come i soffiatori di fuoco di Sant’Antonio. Questo Piemonte che non esiste più è tutto nelle pagine di questo libro, raccontato con l’aiuto di straordinarie immagini d’epoca provenienti da diversi archivi pubblici e privati del territorio.

Lingua

ITALIANO

Illustrazioni

Illustrato

Pagine

168

Misure

14 x 21,5

ISBN
9788877074195