915069.PNG
915069.PNG

PAGINE DELLA RIVOLUZIONE RUSSA

MARZO-OTTOBRE 1917

Autore: Carlo de Risio

Codice: 915069

14,00  € 13,30

Centenario della Rivoluzione russa. Quella di marzo 1917, di ispirazione liberal-democratica, ebbe breve durata, travolta, in ottobre, dalla fazione bolscevica, minoritaria a Pietrogrado e nell’immenso Paese, ma organizzata e determinata. Raramente un evento rivoluzionario ha coinciso col destino di un uomo come nel caso di Vladimir Ilic Ulianov, detto Lenin. Quasi all’avverarsi di un presagio, l’assalto al Palazzo d’Inverno (simbolo dell’autocrazia zarista) immaginato, sognato in esilio, diventò realtà. Lenin, essendo tornato sulla scena politica russa da appena sei mesi, dopo esservi rimasto assente per dieci anni. Il leader bolscevico venne a mancare all’età di 53 anni, troppo presto per influire sul “dopo”. Soprattutto per sottrarre la Russia al trentennale dispotismo di Stalin. Eppure, “in ariculo mortis”, Lenin aveva ammonito il partito a diffidare il Segretario Generale, il quale cumulava altre cariche importanti. Il suo testamento politico non fu rispettato. Il resto è noto, con i suoi orrori ed eccidi di massa. La stessa Nomenklatura, protagonista della Rivoluzione, fu sacrificata dalla paranoia staliniana: Kamenev, Zinoviev, Trotzkij, Buharin, Rykov, Tomskij e tanti altri. Che cosa è rimasto, a un secolo di distanza, delle idee guida che avrebbero dovuto determinare la rivoluzione proletaria mondiale? La stessa Unione Sovietica, creata il 30 dicembre 1922, è stata sciolta per implosione il 25 dicembre 1991.

Lingua

ITALIANO

Pagine

124

Misure

17 X 24

ISBN
9788875652753